Home POLITICA ESTERI Elezioni Usa 2020, si vota anche per rinnovare la Camera e un...

Elezioni Usa 2020, si vota anche per rinnovare la Camera e un terzo del Senato

Ultimo aggiornamento 17:18

Non solo presidenziali. Con i fari puntati sulla Casa Bianca, oggi negli Stati Uniti si vota anche per rinnovare una parte del Congresso e undici governatori degli Stati federali. La Camera dei rappresentanti, attualmente a maggioranza democratica (232 deputati su 435), viene interamente rinnovata ogni due anni ed i seggi sono ripartiti tra gli Stati in base alla popolazione, sottoposta a censimento ogni dieci anni. Stando ai sondaggi, dovrebbe rimanere a maggioranza democratica anche nei prossimi due anni.

Il Senato

Diversa la situazione alla ‘Camera alta’, composta da cento senatori (due per Stato) che rimangono in carica sei anni, rinnovata di un terzo ogni due anni. Oggi la maggioranza è ai repubblicani (53 a 47) e i seggi in palio sono 35. Secondo alcuni sondaggi, i democratici hanno diverse possibilità di conquistare la maggioranza anche al Senato. Il controllo del Congresso è importante per governare e condiziona il mandato del prossimo presidente, Joe Biden o Donald Trump, almeno per i prossimi due anni. Nel caso in cui venga eletto il presidente di un diverso partito rispetto alla maggioranza di uno dei rami del Congresso (situazione piuttosto frequente) si parla di governo diviso e il governo federale ha meno libertà di movimento.

Undici governatori (più Samoa e Porto Rico)

Oggi si eleggono anche undici governatori di altrettanti Stati. Attualmente ci sono 26 governatori repubblicani e 24 democratici. Le consultazioni sono previste in Delaware,  Missouri, Indiana, Montana, New Hampshire, North Carolina, North Dakota, Vermont, Utah, West Virginia e nello Stato di Washington. Eccetto Missouri, Montana e North Carolina, i risultati nelle altre zone sono abbastanza scontati (Washington e Delaware al partito democratico, il resto ai repubblicani).

Mario Bonito