Home ATTUALITÀ BREAKING NEWS Fondazione Open, dalla Leopolda passando per Renzi

Fondazione Open, dalla Leopolda passando per Renzi

Ultimo aggiornamento 16:14

Creata nel 2012, fino al 2018, ‘Leopolda in testa’, la Fondazione Open ha puntualmente svolto il suo ruolo di sostegno alle iniziative politiche di Matteo Renzi. Presidente di questa fondazione è il 65enne Alberto Bianchi, stretto collaboratore dell’ex segretario del Pd, con un ruolo di rilievo all’interno del ‘Giglio Magico‘. La notizia è che stamane, tra Firenze ed altre 10 città, i finanzieri hanno bussato a diverse porte In realtà già lo scorso settembre i militari delle Fiamme gialle hanno provveduto a ‘raccogliere’ carte e documenti relativi all’attività della Open. Questo perché, dai primi accertamenti svolti, la Fondazione Open sembrerebbe aver operato come si trattasse di un preciso partito politico”
Al momento Bianchi sarebbe stato indagato (tra il 2016 ed il 2018), per traffico di influenze illecite. Anche se la procura procede anche per reati in violazione della legge sul finanziamento dei partiti politici.
Oltre che nel capoluogo toscano, per l’indagine sarebbero in corso perquisizioni da parte dei militari della Guardia di Finanza a Milano, Torino, Roma, Napoli, Parma, Bari, La Spezia, Pistoia, Alessandria e Modena. Secondo quanto apprende l’AdnKronos, i soggetti perquisiti sarebbero stati tra i finanziatori della Fondazione Open.

Nello studio legale fiorentino di proprietà di Bianchi, i militi hanno così sequestrato documentazione inerente l’attività della Fondazione Open e, acquisendo al contempo, alcuni nominativi dei finanziatori dell’attività politica dello stesso ente.

Max