La Camera approva il ddl anti – corruzione

    Ultimo aggiornamento 00:00

    La legge anti – corruzione è realtà. La Camera ha approvato definitivamente il testo con 304 voti favorevoli, 106 contrari e 19 astensioni. Dopo il voto c’è stato un lungo abbraccio tra Luigi Di Maio e Alfonso Bonafede mentre i deputati del M5S hanno applaudito. Vuote erano le postazioni di Forza Italia, mentre i deputati di Fratelli d’ Italia si sono astenuti. Il capo della Lega Matteo Salvini aveva lasciato l’Emiciclo un po’ prima. Deputati e militanti M5S, di fronte alla sede di Piazza Montecitorio a Roma hanno sfoggiato i cartelli con le parole ’Spazzacorrotti’ – ’Bye bye corrotto’ per l’approvazione del disegno di legge anti – corruzione.

    “Niente sarà più come prima, finora gli onesti sono stati trattati come sciocchi, ma ora tutto cambia”. Così il vice premier Luigi Di Maio davanti alla Camera per celebrare l’approvazione della legge anti – corruzione. “Questo era un paese in cui le persone oneste si sentivano pazze per decenni perché l’astuzia le superava sempre, ma in realtà erano disoneste, con questa legge che riportava al centro delle politiche pubbliche un po’ di merito “, continua Di Maio, ” diamo gli strumenti alla polizia per andare a prendere chi mette le mani nella marmellata e non lasciarglielo fare mai più, grazie al Daspo per i corrotti, obblighiamo tutte le parti a denunciare ogni euro che prendono, perché prima di andare a votare si possa già sapere da chi hanno preso i soldi i partiti, e quindi per chi governeranno il giorno dopo le elezioni “.

    Bonafede ha parlato di un nuovo inizio che prelude alla riforma del processo penale. “È solo l’inizio, ora verrà la riforma del processo penale, perché il processo abbia tempi brevi, certi e ragionevoli”. Il ministro della giustizia M5S Alfonso Bonafede ha così commentato in piazza Montecitorio a Roma, celebrando la legge anti – corruzione tra parlamentari e militanti.