Home CRONACA Luigi Sartor ancora nei guari, coltivava una serra di marijuana: ai domiciliari

Luigi Sartor ancora nei guari, coltivava una serra di marijuana: ai domiciliari

EMERGENZA CORONAVIRUS CORONA VIRUS COVID19 COVID 19 NUOVO FOCOLAIO ISOLATA LA CASA DI CURA CLINICA LATINA POLIZIA POLIZIOTTO POLIZIOTTI AMBULANZA

Nuovi guai per Luigi Sartor, ex calciatore con un passato nell’Inter e nella Roma. È stato posto agli arresti domiciliari dalla Guardia di Finanza, che lo ha scoperto a curare una serra di marijuana. 106 piante che coltivava in un casolare abbandonato a Lesignano Palmia, frazione della montagna parmense.

Sartor, 46 anni, è stato fermato dalle Fiamme Gialle venerdì scorso, mentre curava la serra di marijuana che, secondo le stime, avrebbe prodotto circa due chili di sostanza stupefacente. L’ex difensore è stato fermato e il Gup ha disposto gli arresti domiciliari. Non è il primo problema con la giustizia: Sartor fu infatti uno coinvolto nella vicenda “Calcioscommesse” partita dalla Procura di Cremona nel 2011.

Il tribunale di Bologna dichiarò estinta la partecipazione ad associazione a delinquere, ma per l’ex calciatore ora inizierà un nuovo processo. Dopo le giovanili tra Ternana, Padova e Juventus ha indossato maglie importanti come quella dell’Inter, della Roma e del Parma. E’ stato anche nel giro della nazionale italiana, con cui ha debuttato nel 1997. Quei tempi per lui sono un lontano ricordo.