Home SPORT CALCIO Milan, Pioli: “Testa bassa e pedalare. Rebic? Può giocarsela”

Milan, Pioli: “Testa bassa e pedalare. Rebic? Può giocarsela”

Ultimo aggiornamento 15:53

Obiettivo terza vittoria consecutiva in campionato, il Milan ha messo la quinta, vuole dare continuità ai risultati per cercare un’insperata rincorsa alle zone europee dopo una prima parte di stagione da dimenticare. L’opportunità per allungare la striscia di vittoria arriva contro il Brescia, reduce dal pareggio interno contro il Cagliari.

Pioli non si fida della squadra di Corini, lo ha ribadito a chiare lettere in conferenza stampa: nonostante l’assenza di Balotelli: “Senza di lui il Brescia perde qualità e la possibilità di un certo tipo di giocate individuali, ma metterà ancora di più dentro il campo. Ci aspettiamo un avversario determinato ma anche noi dovremmo esserlo per vincere la partita”.

“Rebic? Può giocarsela”

View this post on Instagram

Let's keep the momentum going 💪🏻 #SempreMilan

A post shared by AC Milan (@acmilan) on

L’allenatore rossonero ha parlato anche della classifica: “In tutte le conferenze si è parlato di bivio, dobbiamo pensare che ogni partita sia la più importante e svoltare la stagione. Non è il momento di pensare a dove saremo il 24 maggio, ma dobbiamo tenere la testa sul manubrio e continuare a spingere. Dobbiamo migliorare le situazioni che anche in queste partite ci hanno visto in difficoltà, abbiamo concesso qualcosa di troppo. Dobbiamo pensare alla partita di domani per migliorare anche tramite le prestazioni la nostra classifica”.

Su Rebic: “Se la può giocare, anche se ci sono stati dei rientri importanti e stanno tutti bene. Dipende tutto dall’atteggiamento, devo scegliere la squadra che dia più garanzie. Ho fatto altre scelte, i giocatori non possono subire contraccolpi psicologici subendo le scelte di esclusione, sono importanti i primi undici ma anche chi entra a gara in corso. Siccome vogliamo migliorare e fare un girone di ritorno diverso dall’andata questi atteggiamenti vanno mantenuti, chi lavorerà così verrà chiamato in causa altrimenti farò altre scelte”, ha concluso Pioli.