Home CRONACA Roma: “Madame furto” colpisce ancora, sempre libera “per gravidanza”

Roma: “Madame furto” colpisce ancora, sempre libera “per gravidanza”

Ultimo aggiornamento 15:53

Quando il 30 maggio scorso i Carabinieri l’hanno accompagnata nel Carcere di Rebibbia, sul foglio di accompagnamento c’era scritto “pena definitiva: 25 anni di reclusione”. Almeno 45 i furti messi a segno e scoperti, che l’hanno portata alla condanna esemplare.

Ma la donna, 33 anni di origine boscniaca, già madre di ben 10 figli, si è subito avvalsa della possibilità di ottenere il beneficio del differimento della pena, cioè di poter scontare la detenzione dopo il parto, perché di nuovo in stato di gravidanza, in attesa dell’undicesimo pargolo. Una volta tornata a piede libero la “borseggiatrice seriale”, notissima nella Capitale – al punto di essersi guadagnata il soprannome di “Madame Furto” – non ha perso tempo ed è subito tornata in azione.

“Madame Furto”, un soprannome guadagnato sul campo

In compagnia di tre “colleghe”, di 36, 22 e 14 anni, ha ricominciato a delinquere, utilizzando più o meno gli stessi metodi di sempre. Però i militiari dell’Arma non l’hanno persa di vista e in abiti civili l’hanno seguita fino all’interno della fermata Flaminio della Metropolitana, dove il quartetto ha preso di mira un turista di 86 anni del Perù, disabile in sedia a rotelle. Approfittando della calca lo hanno accerchiato e gli hanno sottratto il borsello con il denaro. I militari della Stazione Roma Via Vittorio Veneto l’hanno arrestata ed hanno diffuso il fermo immagine di un video di sorveglianza che la mostra in azione il 18 giugno. A novembre scorse era finita agli onori delle cronache per essere stata fermata dopo aver sottratto 1300 yen ad un turista giapponese di 60 anni.

Molto probabilmente la donna si affiderà ancora alla solita tecnica, resa celebra già da Sophia Loren nel film “Ieri, Oggi, Domani”. La borseggiatrice bosniaca, infatti, è sempre riuscita ad eludere il carcere chiedendo pene alternative al Tribunale di Sorveglianza, per le sue molteplici gravidanze e per i numerosi figli piccoli, anche minori di 3 anni.

Sulle Metro di Roma 7/8mila furti con destrezza ogni anno

Sulle Metro di Roma gang di ladri rom e non solo, soprattutto donne molto giovani, sono sempre in azione. I dati 2016-2017 diffusi dalle Forze dell’Ordine parlano di oltre 24mila borseggi l’anno nella Capitale, ovvero una settantina al giorno. Di questi più di una ventina sulla metropolitana. In pratica sui vagoni e sui binari si verificano 7-8 mila furti con destrezza ogni 12 mesi, nonostante le operazioni di contrasto delle forze dell’ordine, con migliaia di arresti nello stesso periodo. E le stime potrebbero essere in difetto, perché è impossibile dire quanti colpi non vengono neppure denunciati.