Home ATTUALITÀ Scuola, come cambia la quarantena: le linee guida della bozza

    Scuola, come cambia la quarantena: le linee guida della bozza

    INIZIO ANNO SCOLASTICO A BARI PRIMO GIORNO DI SCUOLA RITORNO NELLE SCUOLE STUDENTI IN GRUPPO CON MASCHERINE LICEALI ISTITUTO D'ARTE

    Cambiano le regole per le quarantene in classe. Nella bozza con le “Indicazioni per l’individuazione e la gestione dei contatti di casi Covid-19 in ambito scolastico” dell’Istituto Superiore di Sanità, dei ministeri della Salute e dell’Istruzione e delle Regioni, sono state delineate le linee guida da seguire nell’eventualità di casi di positività a scuola.

    La prima grande novità riguarda la non obbligatorietà della quarantena nel caso di positività di un alunno. Con un caso positivo i compagni verranno sorvegliati con i test. Scatta invece l’isolamento della classe se a risultare positivo è un bambino da 0 a 6 anni.

    Le linee guida sono state studiate per definire un sistema che “preveda una serie di automatismi gestibili sin dalle prime fasi direttamente dal dirigente scolastico e dal referente scolastico Covid-19, in stretta collaborazione con il Dipartimento di Prevenzione”.

    Cosa succede quindi nelle scuole primarie e secondarie in presenza di un caso positivo? Non scatta più la quarantena automatica per l’intera classe come successo finora, ma i compagni saranno sotto “sorveglianza con testing”. Nel caso in cui risultassero negativi si rientra in classe, al contrario, se viene individuato un secondo positivo chi è vaccinato rientra, chi no finisce in quarantena. Al terzo positivo scatta la quarantena per tutta la classe. Nelle classe dove sono presenti bambini da 0 a 6 anni, in caso di positività scatta la quarantena per tutti per 10 giorni.