Home CRONACA CRONACA ITALIANA TikTok, pedofili utilizzano l’app per adescare minori: “Massima attenzione”

TikTok, pedofili utilizzano l’app per adescare minori: “Massima attenzione”

Nelle ultime ore un istituto comprensivo modenese si è visto costretto a diffondere una circolare a tutti i genitori per informarli della presenza di alcuni pedofili che tramite l'app cercano di adescare minori.

Ultimo aggiornamento 10:39

Nelle ultime settimane tra i più giovani sta spopolando TikTok, un’applicazione social per smartphone che permette di condividere brevi video divertenti da condividere con i propri amici. Tuttavia, come tutti i social network, la piattaforma può essere utilizzata da chiunque e nelle ultime ore un istituto comprensivo modenese si è visto costretto a diffondere una circolare a tutti i genitori per informarli della presenza di alcuni pedofili che tramite l’app cercano di adescare minori.

Il tutto nasce in seguito alla denuncia di un genitore che sostiene che sul cellulare del proprio figlio siano arrivati messaggi compromettenti da uno sconosciuto: “Ti voglio bene”, “Ti voglio conoscere”, messaggi di testo provenienti dalla messaggistica privata dell’app TikTok che hanno subito fatto scattare l’allarme nella scuola elementare di Modena e non solo. L’uomo in questione è stato individuato dalle forze dell’ordine ed è ora accusato di adescamento di minorenni.

Leggi anche: TikTok problemi: genitori, rischio pericolo per bambini e adolescenti. Ecco cosa sapere e cosa fare

TikTok, pericolo pedofilia: l’avviso diffuso a scuola

La preside dell’istituto di Modena ha diffuso un avviso scritto alle famiglie degli alunni per informarli della situazione che si è venuta a creare, invitando i genitori a prestare la massima attenzione a questa nuova piattaforma che in poche settimane ha conquistato l’attenzione di buona parte dei ragazzi più giovani.

L’avviso diffuso dal dirigente scolastico

Il testo della comunicazione inviata dal dirigente scolastico sta facendo il giro di numerosi gruppi WhatsApp di genitori di tutta Italia, preoccupati dai pericoli che si possono nascondere dietro queste applicazioni social che troppo spesso vengono utilizzate in modo negativo e dannoso: “Si informano le famiglie degli alunni che su segnalazione di un genitore di una classe quarta siamo venuti a conoscenza che la app TikTok è stata utilizzata per contattare il figlio da un pedofilo. Invitiamo tutti i genitori a prestare massima attenzione sull’utilizzo che i propri figli fanno dei giochi e delle app visti i pericoli che questi comportano”.