Home SPORT CALCIO Lazio, Caicedo: “La Serie A il mio sogno, felice per il gol”

Lazio, Caicedo: “La Serie A il mio sogno, felice per il gol”

Ultimo aggiornamento 12:05

È stato l’eroe si Reggio Emilia. Girata in area e graffio da Pantera, che non a caso è il suo soprannome. Felipe Caicedo parla poco ma dimostra il suo valore con i fatti: lo ha fatto anche con il Sassuolo, quando il suo ingresso è risultato decisivo per vincere una gara che sembrava ormai destinata a chiudersi sull’1-1.

L’attaccante ecuadoriano si è inserito al meglio nei meccanismi tattici di Inzgahi. Non è un titolare fisso, ma quando entra si fa trovare sempre pronto. Contende il posto a Correa, Immobile è intoccabile per ovvie ragioni. Il Panterone graffia e non fa polemica, anche se uno come lui sarebbe titolare in molte squadre della Serie A.

“L’Italia un sogno”

View this post on Instagram

Avanti Lazio ,con il nostro panterone 🦅👊

A post shared by Felipe Caicedo Fan Page (@felipe.caicedo.fanpage) on

Aggiornamento 11:30

Felipe Caicedo è stato protagonista di un incontro organizzato dalla Lazio in una scuola media, durante il quale l’attaccante ha ripercorso la sua esperienza in Italia e il momento attuale alla Lazio: “Quando ero piccolo pensavo di poter arrivare in questo tipo di calcio, è sempre stato il mio sogno. Per fortuna sono riuscito ad arrivare in un campionato importante come la Serie A. Provo tante emozioni quando la Curva canta, loro ci incitano a giocare bene”.

Sui tifosi: “È importante sentire il sostegno dei tifosi, rappresentano un grande stimolo. Ci piace venire nelle scuole, è importante parlare di sport con i più piccoli e tramandare quanto abbiamo imparato sul campo. Insegnare il rispetto è importante, senza di questo è difficile. Da bambino ero un appassionato di calcio e ringrazio Dio per avermi regalato la possibilità di diventare calciatore”, ha concluso Caicedo.