Home SPETTACOLO L’intreccio incandescente fra religione e violenza

    L’intreccio incandescente fra religione e violenza

    Ultimo aggiornamento 18:40

    “Attorno ai fianchi, la verità; indosso, la corazza della giustizia; i piedi, calzati e pronti a propagare il vangelo della pace; afferrando lo scudo della fede col quale si possono spegnere tutte le frecce infuocate del Maligno, prendendo l’elmo della salvezza e la spada dello Spirito, che è la parola di Dio” (Ef 6,14-17)
    Lunedì prossimo, 13 gennaio, alle 19 presso il Teatro Eliseo, il presidente del Pontificio Consiglio della Cultura e della Pontificia Commissione di Archeologia Sacra. Mons. Gianfranco ravasi, ci parlerà de ‘La Santa violenza’ (ed. Il Mulino), un inedito percorso nelle Scritture con una guida d’eccezione.

    Un libro che si trasforma in un incontro

    Ad esplorare l’intreccio incandescente fra religione e violenza ci conduce in queste pagine una guida d’eccezione. Ecco le guerre di Dio, la violenza che reca il marchio sacrale: presente in molti luoghi dell’Antico Testamento, dal conflitto fra tribù alla guerra santa, quasi scompare nei Vangeli, alla luce del dirompente messaggio di Cristo. Poi è la volta del fondamentalismo, ‘la lettera che uccide’, un fenomeno che oggi riguarda soprattutto l’islam, ma che si inscrive anche nella tradizione ebraico-cristiana. Infine, tocchiamo il tema, vivo e lacerante ai nostri giorni, del rapporto con lo straniero: un incontro che può generare esclusione e rigetto, come emerge in vari passi biblici nazionalistici o etnocentrici, ma che può diventare anche dialogo, aprendosi all’universalismo della salvezza e all’uguaglianza di tutti gli esseri umani.

    Monsignore Gianfranco Ravasi

    È presidente del Pontificio Consiglio della Cultura e della Pontificia Commissione di Archeologia Sacra. Esperto biblista ed ebraista, collabora con vari giornali, tra cui ‘L’Osservatore Romano’ e ‘Il Sole 24 Ore’. La sua opera conta più di centocinquanta volumi. Tra i libri più recenti ricordiamo, per Mondadori, ‘Le Beatitudini. Il più grande discorso all’umanità di ogni tempo’ (2016) e ‘Breviario dei nostri giorni’ (2018); per il Mulino ha già pubblicato ‘Non desiderare la donna e la roba d’altri’ (con A. Tagliapietra, 2010).
    Lunedì prossimo, in Via Nazionale 183 – 00184 Roma. L’ingresso libero fino a esaurimento posti – Prenotazioni sulla piattaforma Eventbrite:
    https://eliseo-cultura- presentazione-libro-ravasi. eventbrite.it
    Max