Roma, Alternanza Scuola Lavoro, pubblicato il Catalogo Servizi e attività

    Ultimo aggiornamento 00:00

    E ’disponibile sul portale online del Dipartimento del Turismo, Formazione e Lavoro, l’edizione aggiornata del “Catalogo dei servizi e delle attività” proposto da Roma Capitale alle scuole secondarie che intendono partecipare ai progetti “Alternanza Scuola Lavoro” previsti da la legge 107/2015.

    Questo set-up è un’offerta organica e differenziata, che consente di pianificare azioni con le scuole, sulla base di percorsi di formazione individualizzati e supervisionati da tutor esperti.

    Ci sono 10 progetti di alternanza, da realizzare approssimativamente tra novembre 2018 e aprile 2019: alcuni direttamente negli uffici di Roma Capitale, altri a distanza nelle scuole interessate, per consentire il coinvolgimento di un numero maggiore di studenti.

    I campi professionali coperti dal training spaziano dalla reception dei Tourist Info Points alla stesura di un progetto editoriale di informazione turistica sui social network della città, attraverso il rapporto con il pubblico (URP), comunicazione istituzionale e grafica, il modalità di attivazione di una struttura ricettiva negli uffici del SUAR (One-Stop Shop Activities), la promozione e l’inclusione socio-lavorativa, la partecipazione ai laboratori delle Scuole di Arti e Mestieri e, infine, la promozione del cittadinanza e apprendimento interculturale presso l’Agenzia Chantier d’Europa.

    I moduli di orientamento, 4 in tutto, sono realizzati in collaborazione con la rete di Centri di orientamento al lavoro – I servizi di Roma Capital attivi dal 2002 – questioni relative al mondo del lavoro, alla ricerca attiva, alle professioni e alle opportunità per i giovani.

    “L’obiettivo – afferma Carlo Cafarotti, Assessore allo Sviluppo Economico, Turismo e Lavoro di Roma Capitale – è quello di creare un concreto punto d’incontro tra le dimensioni scolastiche e occupazionali: tutti i progetti proposti sono strutturati sulla base di un sondaggio tempestivo dell’attuale bisogni del settore professionale di riferimento. Fondamentale in questo, il dialogo interattivo instaurato con le istituzioni della città, per un orientamento formativo degli studenti che li possa guidare nelle scelte future con una maggiore conoscenza delle dinamiche del mondo del lavoro ” .