Home ATTUALITÀ BREAKING NEWS Vaccini Lazio, l’assessore D’Amato: “Entro luglio dosi anche per i 30enni. Da...

Vaccini Lazio, l’assessore D’Amato: “Entro luglio dosi anche per i 30enni. Da martedì 50mila dosi al giorno”

ALESSIO D'AMATO ASSESSORE SANITA REGIONE LAZIO

Vaccineremo i trentenni entro luglio, mentre l’80% della popolazione target sarà immunizzata entro agosto, ovvero tutti i vaccinabili dai 18 anni in su”.

Questo, non senza entusiasmo, quanto annunciato dall’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato, commentando la campagna vaccinale del Lazio, ad ‘Oggi è un altro giorno’ su RaiUno.

Vaccini, D’Amato: “In occasione delle partite degli Europei, pronti a vaccinare presso l’Olimpico”

Come ha tenuto a rimarcare D’Amato (nella foto), “Faremo per i giovani una campagna pro-attiva, ed apriremo i centri vaccinali nei posti di lavoro, nei luoghi sportivi, nelle farmacie. Anche in occasione delle partite degli Europei siamo pronti a vaccinare presso lo stadio Olimpico. Quando si scende con l’età diminuisce l’adesione e dunque va favorita la partecipazione alla campagna“.

Vaccini, D’Amato: “Dall’11 maggio si sale oltre le 50 mila dosi al giorno”

Quindi, ha poi aggiunto l’assessore regionale,  Ieri nel Lazio siamo saliti a oltre 48 mila dosi giornaliere dei vaccini, prosegue la maratona e rimaniamo in quota. Dall’11 maggio si sale oltre le 50 mila dosi al giorno”. La buona notizia è che, ‘magrado’ il valore Rt sia a 0.9, ed “i tassi di occupazione ospedalieri sono entro la soglia, diminuisce l’incidenza a 123 per 100 mila abitanti”.

Vaccini nel Lazio: dalla mezzanotte di domani al via le prenotazioni per i nati 1966/67

Nel frattempo si procede a tutta velocità e, già da domani a mezzanotte, al via le prenotazioni per la fascia d’età 55-54 anni, dunque inoculazioni per i nati nel 1966 e 1967, nella Regione.

L’assessore D’Amato annuncia che oggi l’indice Rt è a 0.9, tutto sommato positivo

Più tardi, al termine della quotidiana video-conferenza con la taske-force sociosanitaria contro il Covid, l’assessore regionale ha commentato quindi il bollettino quotidiano, riferendo che, ‘purtroppo’ l’indice Rt è a 0.9. Intendiamoci: va bene, soltanto che qualche giorno fa eravamo riusciti a tenerlo ancora più basso.

Nel Lazio crescono i casi, stabili decessi e terapie intensive, mentre diminuiscono i ricoveri

“Oggi nel Lazio – ha esordito D’Amato – su oltre 19 mila tamponi nel Lazio (+2.232) e oltre 18 mila antigenici – per un totale di oltre 37 mila test – si registrano 1.007 casi positivi (+169 da ieri), 39 decessi, e +2.375 guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 5%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende al 2%”. Per quel che riguarda nello specifico la Capitale, ha poi aggiunto, “I casi a Roma città sono a quota 500”.

Attualmente nel Lazio vi sono 38.791 positivi, 2.007 ricoverati, e 265 in terapia intensiva

Ricordiamo che attualmente nel Lazio sono 38.791 gli attualmente positivi (ma non necessariamente tutti ‘malati’), 2.007 dei quai ricoverati negli ospedali (con 265 distribuiti nelle varie terapie intensive), e 36.519 in isolamento domiciliare.

Lazio: dall’inizio della pandemia 329.118 casi, 282.492 guariti, e 7.835 decessi

Infine, dall’inizio dell’epidemia nella regione sono stati esaminati complessivamente 329.118 casi, censiti purtroppo 7.835 decessi, e registrati ben 282.492 guariti.

Max