Home ATTUALITÀ Calabria, il sindaco di Napoli si candida a presidente della regione

    Calabria, il sindaco di Napoli si candida a presidente della regione

    LUIGI DE MAGISTRIS SINDACO DI NAPOLI

    Luigi De Magistris si candida a presidente della Calabria. Dopo le voci dei giorni scorsi il sindaco di Napoli ha ufficializzato la candidatura per le elezioni regionali che si terranno il prossimo 11 aprile: “Sono indissolubilmente legato a questa terra”, ha detto De Magistris, che ha annunciato “un programma chiaro e forte e una squadra di persone che hanno storie individuali e collettive credibili”.

    Il sindaco di Napoli spiega i motivi della candidatura: “Lo faccio per amore della Calabria e ringrazio le calabresi e i calabresi che in questi giorni mi hanno mostrato affetto e stima esortandomi ad affrontare una sfida tanto difficile quanto straordinariamente affascinante”.

    “Voglio dare voce a chi non l’ha avuta – spiega – potere a chi considera il potere come servizio per il bene comune e non come luogo per perseguire interessi di parte. Sono consapevole dell’impresa che appare impossibile, ma nulla è impossibile se c’è la volontà e lotterò con entusiasmo fino alla fine per la vittoria insieme alla maggioranza del popolo calabrese che desidera riscatto, sviluppo, libertà, giustizia sociale ed uguaglianza”.

    Il legame con la Calabria ha radici profonde: “Da bambino le estati dal 1975 al 1992; la prima sede da pubblico ministero per scelta dal 1995 al 1998; il ritorno per scelta dal 2003 al 2008, cacciato dal sistema per aver investigato il sistema criminale; le estati dal 1995 ad oggi. Moglie calabrese, un figlio nato in Calabria. Sono napoletano doc, genitori napoletani, nonni paterni di origini lucane, nonno materno di origini siciliane. Insomma orgogliosamente un uomo del Sud”.

    Da magistrato in Calabria ho dimostrato fedeltà alla Costituzione applicando l’uguaglianza dei cittadini di fronte alla legge. Ho pagato un prezzo altissimo perché non sono scappato e non mi sono girato dall’altra parte anche quando ero consapevole che mi avrebbero fatto fuori. Sono autonomo e libero, senza prezzo”, conclude.