Home ATTUALITÀ BREAKING NEWS Coronavirus, i messicani: nessun caso sulla nave Msc Meraviglia

Coronavirus, i messicani: nessun caso sulla nave Msc Meraviglia

Ultimo aggiornamento 17:08

Fra tanti paesi, che non ci hanno pensato nemmeno un minuto ‘ad evitarci’, il Messico si è invece distinto per la cortesia e la serietà con la quale ha gestito la situazione della nave da crociera italiana Msc Meraviglia, rifiutata da Giamaica ed Isole Cayman per un membro dell’equipaggio ‘influenzato’.
Dapprima le autorità messicane hanno dato l’ok all’attracco preso il porto Ocho Rios poi, un team di tecnici sanitari è salito sulla nave per accertarsi delle condizione della persona affetta da influenza, e di una giovane passeggera che nel frattempo ha mostrato qualche linea di febbre e tosse. Pur avendo confermato trattarsi di ‘normale influenza stagionale’ tuttavia, per eccesso di zelo, gli esperti messicani hanno inviato ad un laboratorio del ministero della Sanità pubblica di Chetumal i campioni prelevati. Qui è stato confermato che i due casi nulla avevano a che vedere con il temuto Covid-19, ed alla nave è stato concesso il nullaosta sanitario.

“Grazie alla professionalità del messicani”

Come ha tenuto a sottolineare l’Executive Chairman di Msc Cruises, Pierfrancesco Vago, “Le autorità messicane hanno seguito correttamente i protocolli marittimi previsti quando una nave fornisce, in anticipo rispetto all’arrivo in porto, le cartelle cliniche sullo stato di salute di un passeggero o di un membro dell’equipaggio che sta, o è stato, poco bene. Abbiamo appena ricevuto la conferma ufficiale che, anche a seguito dei test medici effettuati dalle medesime autorità durante la notte, a bordo di ‘MSC Meraviglia’ a Cozumel non vi sono casi di coronavirus (Covid-19), ma solo due casi di semplice influenza stagionale. le autorità locali hanno quindi autorizzato lo sbarco di tutti i passeggeri presenti a bordo per visitare la località turistica. Vorremmo ringraziare le autorità messicane per la loro professionalità nella gestione dei protocolli di salute preventiva – ha quindi tenuto a commentare Vago – che sono l’unico modo certo per dare le giuste rassicurazioni alla popolazione a terra, così come agli ospiti e all’equipaggio a bordo”.

“Il deludente atteggiamento di Giamaica e Grand Cayman”

L’Executive Chairman di Msc Cruises ha poi giustamente tenuto a sottolineare “Le deludenti decisioni prese da Giamaica e Grand Cayman nel non supportare l’arrivo della nostra nave, così come nel non consentire ai nostri passeggeri di sbarcare e di godersi le isole, sono state generate dalla paura e dal non aver seguito le corrette pratiche sanitarie. Questo atteggiamento ha comportato l’insorgere di un’inutile e ingiustificabile ansia non solo per i nostri passeggeri e per l’equipaggio, ma anche per l’intero settore turistico caraibico, e forse anche oltre“.

Msc Crociere rimborserà i passeggeri al 100%

Torna quindi finalmente la spensieratezza vacanzieri per i nostri connazionali in crociera i quali, potranno passare la giornata a ‘zonzo’ per Cozumel, ritrovando per alcune ore il piacere della terraferma. Quindi stasera tutti a bordo e ritorno in Florida, a Miami, dove domenica prenderanno l’areo per il ritorno a casa.
Dal canto suo, a dimostrazione della serietà e l’affidabilità di un ‘marchio’ di dimensione globale, Msc Crociere ha comunicato a tutti i 4.580 ospiti a bordo che, a seguito di quanto accaduto, la loro crociera verrà rimborsata al 100%.
Max