Home ATTUALITÀ Coronavirus, i primi treni arrivano a Wuhan, Cina, dopo due mesi

Coronavirus, i primi treni arrivano a Wuhan, Cina, dopo due mesi

Ultimo aggiornamento 11:09

Lentamente, in Cina, dopo la gravissima pandemia, si torna a riprendere, in modo graduale, le abitudini di una vita più o meno normale. Dopo la prima truce fase del Coronavirus, ecco che i primi treni arrivano a Wuhan dopo uno stop di oltre due mesi.

Coronavirus, i primi treni tornano a Wuhan dopo due mesi di stop

I primi treni passeggeri sono arrivati oggi a Wuhan, la città cinese dell’epicentro originario del coronavirus, dopo uno stop di oltre due mesi. Per ora i viaggiatori sono autorizzati ad arrivare, ma non a lasciare la città di 11 milioni di abitanti, che dal gennaio si è isolata dal mondo.

aggiornamento ore 4,21

Sono 54 i nuovi casi di coronavirus in Cina nelle ultime 24 ore, tutti provenienti dall’estero. Lo ha detto la Commissione nazionale per la salute, chiarendo che altri 383 pazienti sono guariti.

Sono invece tre i morti, tutti nella provincia di Hubei laddove tuttavia nessun nuovo caso è stato riscontrato nell’ultimo giorno. In totale in Cina si contano 81.394 casi di contagio. Le vittime dell’epidemia sono 3.295. I guariti nel complesso ammontano a 74.671.

aggiornamento ore 7,54

Sempre dall’Asia, in Corea del Sud si è visto aumentare, nella giornata di venerdì, i nuovi casi di coronavirus a 146, dai 104 di giovedì.

Le infezioni complessive sono 9.478, di cui 363 importate, stando agli ultimi dati del Korea Centers for Disease Control and Prevention (Kcdc), nello stesso momento in cui invece i decessi si attestano a 144 (+5).

I pazienti dimessi dagli ospedali sono 4.811, con i 283 di ieri che hanno per la prima volta dal 20 gennaio, giorno del primo caso di Covid-19 nel Paese, superato le nuove infezioni. Il tasso di guarigione è salito al 50,75%.