Home ATTUALITÀ Covid, Boccia: “Lockdown come a marzo improponibile”

    Covid, Boccia: “Lockdown come a marzo improponibile”

    Ultimo aggiornamento 15:12
    FRANCESCO BOCCIA MINISTRO AFFARI REGIONALI

    Un lockdown nazionale come quello visto a marzo in Italia “oggi non è più riproponibile”. Lo ha confermato in audizione alla Camera il ministro per gli Affari Regionali Francesco Boccia. Il quale ha elencato anche i motivi per cui una nuova chiusura generalizzata non è pensabile attualmente: “A marzo-aprile non c’era nulla: non c’erano le mascherine, i ventilatori per adeguare le terapie intensive, nulla nel mondo”.

    Boccia ha poi spiegato che i parametri utilizzati per classificare le Regioni italiane “sono gli stessi su cui la cabina di regia ha lavorato da maggio a oggi e continuerà a farlo. Sono indicatori a garanzia della tutela della salute di tutti noi, sono oggettivi. Ieri c’è stata una richiesta comprensibile per un confronto su questi indicatori, ma il confronto avviene ogni settimana. Se viene fuori una valutazione scientifica sui parametri bene, ma non posiamo politicizzare i parametri”.

    Sui ricoveri in terapia intensiva: “Oggi i parametri relativi ai ricoveri in terapia intensiva e ai ricoveri in area ospedaliera non sono da allarme rosso“. Ha aggiunto il ministro Boccia: “Aprire tutto non è contemplato, ci porterebbe al primo gennaio 2020 e non ci possiamo arrivare fino a quando non abbiamo la certezza che ne siamo fuori. Anche con il vaccino bisogna tenere in sicurezza tante persone”, ha spiegato.