Home CRONACA Igor il Russo cosa dice la condanna

Igor il Russo cosa dice la condanna

Ultimo aggiornamento 15:57

Igor il Russo cosa dice la condanna? Sembra essere arrivata ad una svolta decisiva la vicenda drammatica e frustrante di Igor il Russo dopo l’arrivo della condanna. Infatti, Igor il russo è stato condannato all’ergastolo e alle vittime spettano risarcimenti per 1,7 milioni. Non ci sono giri di parole quando si ricevono condanne del genere: Ergastolo. Carcere a vita, dunque per Igor il russo, Norbert Feher. Secondo quanto stabilito ed indicato dal gup Alberto Ziroldi ad Igor il Russo spetta il massimo della pena. Come è noto, il killer serbo conosciuto come Igor il Russo e cioè Norbert Feher è stato processato a Bologna con il rito abbreviato per gli omicidi del barista Davide Fabbri e del volontario Valerio Verri oltre che per altri reati. Feher, dopo una latitanza di otto mesi, è finito in manette in Spagna nel dicembre 2017 e da allora è in un penitenziario di sicurezza a Saragozza.

Igor il Russo cosa dice la condanna? E’ arrivato il verdetto: ergastolo per il 38 serbo Norbert Feher

Dunque per Igor il Russo ecco il responso: ergastolo per il 38 serbo Norbert Feher. Il pm Marco Forte aveva l’ergastolo e per Feher, serbo di 38 anni ergastolo è arrivato. Igor il Russo come detto è detenuto in Spagna ed era in videoconferenza con il tribunale di Bologna quando la sentenza è arrivata. Feher è imputato per gli omicidi di Davide Fabbri e Valerio Verri, l’1 e l’8 aprile 2017 nelle province di Bologna e Ferrara. Poi, davanti al Gup Alberto Ziroldi, parola alle parti civili.
Se non avesse chiesto il rito abbreviato l’ergastolo si sarebbe tramutato in carcere a vita con isolamento: ma a parte questo niente sconti per Norbert Feher che ha avuto l’interdizione perpetua dai pubblici uffici: dopo la notifica in Spagna, verrà spiccato un mandato d’arresto europeo e l’autorità giudiziaria spagnola dovrà dire se vorrà consegnare il detenuto subito o alla fine dei processi spagnoli, anche perchè in Spagna, Feher è accusato di tre omicidi e due tentati omicidi. Il gup Alberto Ziroldi ha anche ordinato risarcimenti per quasi 1,7 milioni alle vittime