Home SPETTACOLO TV L’eredità, puntata 8 Novembre 2020: ecco come è andata oggi alla Ghigliottina

L’eredità, puntata 8 Novembre 2020: ecco come è andata oggi alla Ghigliottina

Ultimo aggiornamento 13:01

L’Eredità, puntata 8 Novembre 2020: torna in questi minuti in onda su Rai1 l’Eredità con Flavio Insinna, il fortunato, apprezzato e seguitissimo programma della Rai che da anni domina le scene in quanto a dati share.  Su Rai1 il game show del preserale, si ripresenta con una nuova stagione tutta da vivere e ora nel preserale del 7/11/2020 con la nuova puntata.

Che cosa vedremo? Chi giocherà? Chi avrà la destrezza di giocarsi tutto il montepremi? Ecco che cosa ci aspettava nella puntata 8 Novembre 2020 con l’Eredità su Rai1 e come è andata.

L’Eredità, puntata 8 Novembre 2020 su Rai1: chi ha giocato, cosa è successo nella Ghigliottina

Torna la nuova stagione de “L’Eredità”, il game show di Rai1 arriva nelle case degli italiani tutti i giorni alle 18.45, e ancora alla conduzione Flavio Insinna, affiancato dalle Professoresse. Tra le novità di questa diciannovesima edizione del famoso programma, una nuova e avvincente modalità di gioco per il Triello: chi vince diventerà campione e andrà direttamente a giocarsi il montepremi alla Ghigliottina.

Puntata speciale del game show di RaiUno dedicata all’Airc, l’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro. Questa volta i concorrenti sono sette Testimoni della Ricerca. Hanno giocato nel quiz condotto da Flavio Insinna:
– il professor Luigi Ricciardiello, gastroenterologo di Bari ma che vive a Bologna, che si occupa di prevenzione del cancro al colon;
– Barbara, agente immobiliare e titolare di una panetteria, in passato malata di Osteosarcoma;
– Valerio, ricercatore chimico con Dottorato in biofisica nato a Livorno ma vive a Pisa;
– Cristian di Argelato, in provincia di Bologna, alfiere dell’Airc guarito dal linfoma di Hodgkin;
– Alessia, la ricercatrice nel settore biomedico  di San Benedetto del Tronto ma che vive e lavora a Reggio Emilia;
– Paolo Pizzo, il campione di scherma nonché alfiere dell’Airc guarito da un tumore al cervello diagnosticato a 13 anni;
– Silvia, ricercatrice di Otranto ma che vive e lavora a Roma.

Ad andare alla Ghigliottina, per 250 mila euro, è Paolo. Nella scelta delle parole, la Testimone della Ricerca dimezza due volte, portando così il montepremi in palio a 62.500 euro. La parola vincente, per portare tale cifra all’Airc, deve legare PALO, ANNO, BENEFICA, AIRC e ROMA con una parola. Paolo scrive RICERCA ma la parola vincente, in realtà, è FONDAZIONE.