Home POLITICA POLITICA ITALIANA Mes, Di Maio perplesso: “Valutiamo bene se ci conviene”

Mes, Di Maio perplesso: “Valutiamo bene se ci conviene”

Ultimo aggiornamento 15:50

“Noi abbiamo molte perplessità e preoccupazioni, ma sono confidente nel fatto che nelle prossime ore, con il ministro Gualtieri e il presidente Conte, riusciremo a trovare una soluzione. Di solito questi trattati sono un’arma a doppio taglio, perché quando non ci servono e servono agli altri Stati stai tranquillo. Ha ragione il ministro Gualtieri quando dice che è una cosa buona, può aiutare un Paese come l’Italia. Ma ci sono altri aspetti sui quali dovremo discutere. Lo faremo con il dialogo, però è sbagliato dire che abbiamo già approvato questo meccanismo, non c’è alcuna firma e l’Italia deve valutare se ci conviene oppure no“.
Intervenendo ai microfoni di ‘Radio anch’io’ su Radio1, in merito al Mes il ministro Di Maio ha rilasciato dichiarazioni che in qualche modo ‘stridono’ con l’ottimismo palesato dal premier Conte in questi giorni, e le motivazioni addotte dal ministro Gualtieri ieri davanti alle Commissioni Finanze.
“Nelle prossime ore, a livello di maggioranza, avremo bisogno di valutare se tutto questo pacchetto – ha infatti aggiunto il ministro degli Esteri- il Meccanismo salva Stati e altre riforme europee che sono in quel pacchetto (l’unione bancaria e anche il tema dell’assicurazione sui depositi), conviene all’Italia oppure no. Anche perché una cosa è un salva Stati, una cosa è uno stritola Stati, sul modello della Grecia”.
Perplessità legittime che, in parte, sembrano essere molto più aderenti a quelle palesate dal Centrodestra, piuttosto che dal centrosinistra.
Infine, per quel che riguarda il Movimento da lui guidato, Di Maio ha affermato: “credo che se il M5S in questo momento è compatto e unito sarà compatto e forte anche il governo di questo Paese e potremmo governarlo per altri tre anni. Non aiuta il governo il fatto che il Movimento possa apparire diviso, ci sono sempre state delle discussioni, è molto importante adesso tenere compattezza in una direzione: governare questo Paese e migliorare la qualità della vita degli italiani“.
Max