Home CRONACA CRONACA ITALIANA Roma, frode fiscale da 8 milioni su prodotti informatici scoperta a Pomezia

Roma, frode fiscale da 8 milioni su prodotti informatici scoperta a Pomezia

Ultimo aggiornamento 13:54

I funzionari dell’Agenzia Dogane e Monopoli (ADM) della Sezione Operativa Territoriale di Pomezia hanno concluso un’attività di verifica nei confronti di una società che ha effettuato acquisti di prodotti per l’informatica dall’Unione Europea, con un recupero di imposta sul valore aggiunto per circa 8 milioni di euro.

L’attività di accertamento, ha permesso di scoprire che la frode è stata articolata attraverso sedi delle attività inesistenti, occultamento delle scritture contabili e legale rappresentante fittizio e irreperibile. Coinvolto anche un commercialista.

Quattro le persone denunciate alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma per omessa dichiarazione, delitti in materia di documenti e pagamento delle imposte e per occultamento e distruzione di documenti contabili per le quali sono state anche richieste misure cautelari reali e personali.