Trenitalia, fermata saltata a Cerveteri: azienda si scusa

    Ultimo aggiornamento 00:00

    Trenitalia, fermata saltata a Marina di Cerveteri: il Comune scrivel’azienda porge le sue scuse ai pendolari
    Dopo la richiesta ufficiale di chiarimenti, da Trenitalia arrivano le scuse ufficiali a Cerveteri e ai suoi abitanti. Trenitalia, fermata saltata a Marina di Cerveteri: il Comune scrivel’azienda porge le sue scuse ai pendolari
    A seguito della mancata fermata alla Stazione Ferroviaria di Marina di Cerveteri del treno delle 6.53 n. 2336 il Delegato ai Rapporti con RFI Renato Galluso, su impulso dell’Assessora ai Trasporti del Comune di Cerveteri Elena Gubetti ha chiesto formali chiarimenti all’azienda di trasporti per quanto avvenuto. Episodio che ha causato non pochi disagi a studenti e lavoratori che a seguito del disservizio hanno raggiunto con notevole ritardo le proprie destinazioni.

    “Nel giro di pochissime ore abbiamo subito avuto riscontro da Trenitalia, per mezzo del Dott.Gorini, Responsabile del Lazio per RFI – Reti Ferroviarie Italiane, che ha immediatamente inviato alla città di Cerveteri e a tutti i pendolari le scuse per il disservizio – ha dichiarato l’Assessora ai Trasporti Elena Gubetti – come specificato nella risposta inviata da Trenitalia si è trattato di un errore umano del macchinista, che comunque è stato prontamente sanzionato dall’azienda. Risposta apprezzabile, che in ogni caso non cancella un errore che ha causato grossi problemi alle tantissime persone che quotidianamente prendono quel treno per recarsi sul proprio posto di lavoro oppure a scuola. Siamo stati in ogni caso rassicurati che si è trattato solamente di un errore e che l’azienda stessa porrà una maggiore attenzione su tutte le corse di sua competenza. Così come rimarrà alto il livello dei nostri controlli affinché siano garantiti i diritti di tutti i pendolari”.
    Dunque finisce nel modo che tanti auspicavano la querelle di queste ore tra Trenitalia in relazione alla fermata saltata a Marina di Cervetero ed il Comune stesso, dopo che le autorità cittadine avevano deciso per appunto di scrivere alla azienda: la quale, nel porgere le sue scuse ai pendolari, è pronta a ricominciare.