Home SPETTACOLO TV X Factor ricomincia da Malika Ayane, Sfera Ebbasta, e Samuel Romano

X Factor ricomincia da Malika Ayane, Sfera Ebbasta, e Samuel Romano

Al via giovedì 12 settembre, la XIII edizione di ‘X Factor’ e, così come si confa ad un qualcosa che si appresta a debuttare con l’intenzione di catalizzare quanta più attenzione possibile, dalla produzione hanno reso noto che l’edizione ‘2019’ avrà diverse novità.
Intanto i giudici. se la conduzione vede infatti confermatissimo a pieni voti Alessandro Cattelan, stavolta ad affiancare l’ormai veterana Mara Maionchi troveremo Malika Ayane, Sfera Ebbasta, e Samuel Romano (leader dei Subsonica). E’ in parte cambiato il sistema che regolava la selezione dei concorrenti, per cui nella fase selettiva che andrà in scena sul palco del Pala Alpitour di Torino, soltanto ottenendo 4 ‘Sì’, sarà possibile passare direttamente ai Bootcamp. Diversamente, con 3 ‘Sì’ invece si accederà ad una seconda selezione, gestita in questo caso dal giudice di categoria.
Inevitabilmente, nel corso della conferenza stampa, ben conoscendo la ‘vocazione maligna’ di alcuni media – per non parlare poi dei social – qualcuno ha espresso delle perplessità sulla presenza del trapper Sfera Ebbasta, quasi che – ancora oggi, dopo aver capito ed analizzato quanto accaduto – sia lui il responsabile della tragedia verificatasi lo scorso dicembre a Corinaldo, quando morirono diverse persone per la condotta criminale di un’accolita di delinquentelli, in azione prima di un suo concerto. Ma è stato l’artista stesso, visibilmente emozionato, a spiegare (ancora una volta) il suo stato d’animo in merito a quanto accaduto: “E’ stata una tragedia che ha segnato tutti e non è una cosa che passa e né cambia le emozioni che provo. Ritornare a lavorare in generale non è stato facile, non tanto per le critiche ma proprio per la situazione che si era creata perché non sei mai abbastanza forte per affrontare la situazione”.

A sostegno dell’impasse di Sfera Ebbasta, sono affettuosamente intervenuti prima Mara Maionchi (“Sfera Ebbasta mi è stato subito molto simpatico. Racconta storie terrificanti ma forse hanno fatto parte della sua vita. Abbiamo comunque legato tutti i giudici”), e dopo lo stesso Cattelan, il quale ha giustamente tenuto a sottolineare che “Lo scontro tra la percezione che può esserci di Sfera non conoscendolo e l’immediatezza con cui Sfera sorride è contrario al preconcetto nei suoi confronti. X Factor ha il pregio di farti conoscere, è impossibile nasconderti”.
Max