Home SPETTACOLO MUSICA Il miglior artista indipendente dell’anno

Il miglior artista indipendente dell’anno

“Il Mei ha deciso di assegnare il Premio Pimi 2019 a Giovanni Truppi come miglior artista indipendente dell’anno per la sua capacità di rinnovare la canzone d’autore. Grazie a un linguaggio che recupera il passato, Giovanni Truppi riesce a essere originale e unico nel panorama musicale italiano di oggi, senza scendere a compromessi di forma e contenuto, risultando profondo e pop al tempo stesso”.
Il comitato organizzativo del Mei, nel corso della 25ª edizione del contest interno al nell’ambito ‘Premio dei Premi‘, ha annunciato la proclamazione del cantautore e polistrumentista, la cui premiazione avrà luogo il prossimo 5 ottobre al Teatro Masini di Faenza (Ra). Ricordiamo che l’annuale appuntamento del Mei riunisce i vincitori dei concorsi italiani intitolati ad artisti scomparsi. E dunque Truppi è stato indicato il miglior artista indipendente dell’anno, dal Comitato Artistico del Mei, di cui fanno parte il giornalista e critico musicale Federico Guglielmi, il fondatore e direttore del Mei Giordano Sangiorgi, il giornalista Enrico Deregibus e il giornalista e direttore editoriale di ExitWell Riccardo De Stefano.

‘Canto ciò che ritengo importante’

Poesia e Civiltà‘ (Virgin Records Italia/Universal Music), il primo lavoro del cantautore con una major, è un album di 11 brani inediti scritti da Giovanni Truppi, tra cui il primo estratto ‘L’unica oltre l’amore‘ e il nuovo singolo ‘Borghesia’, che prende spunto dal romanzo di Edoardo Albinati “La scuola cattolica”. Il video del brano, diretto da Gabriel Azorìn, Giuseppe Truppi e Oscar Vincentelli, è disponibile al seguente link: youtu.be/rzP94GRxtWg
“Ho cercato di basare questo disco su quello che è più importante per me in questo momento – spiega l’artista napoletano, classe 1981 – ovvero l’identità, la vita adulta, la bellezza, il modo in cui scegliamo di porci nei confronti degli altri e quindi il rapporto con la società. Tutti concetti che mi appassionano anche per via della grande fase di ridefinizione che stanno attraversando in questo momento storico. La poesia e la civiltà sono i punti cardinali verso i quali tendono tutti gli elementi di questo lavoro (gli argomenti delle canzoni, il lessico, gli arrangiamenti e la produzione), la scelta del titolo scaturisce da qui. Nel mettermi al servizio di questi due principi ispiratori ho sentito l’esigenza di abbandonare il linguaggio dei miei lavori precedenti e di costruirne uno nuovo, che rimandasse a una scrittura più classica e meno anarchica e spigolosa”.
Un importante riconoscimento che inaugura al meglio l’avvio del tour estivo di ‘Poesia e Civiltà’, che partirà da Napoli il prossimo sabato – 15 giugno – e proseguirà fino a settembre toccando i palchi dei principali festival italiani.

Le date del tour

Ad accompagnare sul palco con Giovanni Truppi (chitarra, piano e voce) ci saranno: Paolo Mongardi (batteria), Giovanni Pallotti (basso), Daniele Fiaschi (chitarra), Duilio Galioto (tastiere) e Nicoletta Nardi (voce e tastiere).
Ecco le date confermate e in continuo aggiornamento, organizzate da Ponderosa Music&Art:
15 giugno – Cortile Scugnizzo Liberato – NAPOLI; 26 giugno – Villa Ada – ROMA; 29 giugno – Albori Festival – SULZANO (BS); 5 luglio – Goa Boa Festival – GENOVA; 7 luglio – Borgofuturo Festival – RIPE SAN GINESIO (MC); 10 luglio – Flowers Festival – COLLEGNO (TO); 17 luglio – Invasioni Festival – COSENZA; 19 luglio – Basse Frequenze – CUNEO; 21 luglio – Castello Sforzesco – MILANO; 17 agosto – Tre Gotti al Campino – TREQUANDA (SI); 27 Luglio – Verucchio Festival – VERUCCHIO (RN); 22 agosto – Disorder Festival – EBOLI (SA); 25 agosto – Roccolo Park Festival – ROCCOLO DI SAN GIUSTINO (PG); 15 settembre – Tutto Molto Bello – BOLOGNA
Max