Home SPETTACOLO Reazione a Catena, 9 Settembre 2020: com’è andata la sfida tra i...

Reazione a Catena, 9 Settembre 2020: com’è andata la sfida tra i Tre alla Seconda e i Giri in Giostra

Ultimo aggiornamento 18:26
SONY DSC

Un altro mercoledì adatto a rinfrescare la mente per il game show estivo di RaiUno Reazione a Catena. L’adattamento italiano di Chain Reaction, format basato principalmente sugli incastri lessicali e legami di parole, nonostante il ritorno di Caduta Libera continua a riscuotere un grande successo, grazie anche alla bravura dei concorrenti. Quale trio avrà la meglio questa sera nel quiz condotto da Marco Liorni? E quale sarà L’ultima parola, l’unica che permetterà di portarsi a casa il montepremi in gettoni d’oro?

Reazione a Catena, i Tre alla Seconda: nona partecipazione per la squadra di Firenze

Nella puntata di ieri si sono imposti contro le Fenicette e, per la seconda volta consecutiva, hanno indovinato l’Ultima parola che era CAPILLARE. Grazie a quattro Ultime parole indovinate sono riusciti ad accumulare 61.282 euro. Questa sera, la nona per loro, i Tre alla Seconda potrebbero eguagliare i Sali e Scendi per numero di puntate in quest’edizione. I fratelli Bartoloni, Marco, Francesco e Tommaso da Firenze, in caso di vittoria raggiungerebbero gli amici di Torino che, in quest’edizione, hanno vinto ben 81.079 euro.

Reazione a Catena: chi sono i Giri in Giostra, gli sfidanti di oggi

In questo mercoledì 9 settembre 2020, i campioni in carica hanno affrontato una sfida tutta al maschile. Hanno provato a strappare il titolo ai tre fiorentini i Giri in Giostra, squadra formata da Andrea, Luca e Simone. Loro sono tre amici che si sono conosciuti quando lavoravano in un parco di divertimenti.

Aggiornamento ore 18:50

Reazione a Catena: i primi quattro giochi e l’Intesa Vincente

Un primo verdetto è arrivato dopo Caccia alla parola, le due Catene musicali, i Quando Dove Come Perché, le due catene di Una tira l’altra e le rispettive Zip. Ad aver chiuso in vantaggio, dopo i primi quattro giochi, sono stati i Tre alla Seconda con ben 109 mila euro. I Giri in Giostra, invece, hanno accumulato 36 mila euro e, per questo motivo, hanno iniziato per primi l’Intesa vincente.

Gli sfidanti, nella manche fondamentale per decretare la squadra campione, hanno indovinato dieci parole in un minuto effettivo. Nello stesso lasso di tempo a disposizione, i fratelli Bartoloni, invece, sono riusciti ad ottenere quindici punti, riconfermandosi così campioni per la nona volta. Al loro montepremi, oltre ai 30 mila euro di default a chi vince questa fase, sono stati aggiunti, grazie alle parole indovinate all’Intesa, altri 15 mila euro.

Reazione a Catena: i fratelli Bartoloni ancora campioni. 154 mila euro al gioco finale

Per un montepremi massimo pari a 154 mila euro, i Tre alla Seconda hanno affrontato l’Ultima Catena. In questa fase, i fratelli Bartoloni hanno dimezzato tre volte, mantenendo così in dote 19.250 euro che si sono giocati a l’Ultima parola. Per portarseli a casa, i campioni dovevano indovinare una parola, con MA come iniziali e A come finale, e che doveva legare a RESTO. Il terzetto fiorentino poteva comprare il terzo elemento, una parola indizio da scoprire in cambio di metà montepremi. I Bartoloni hanno deciso di comprarlo e, per 9.625 euro, la parola non doveva legare solamente a RESTO ma anche a POCO. I Tre alla Seconda hanno detto MANCA e, per la terza volta di fila, si sono portati a casa il montepremi rimasto.

Aggiornamento ore 19:54